I materiali

immagine pagina progettazione

Granito

Il granito è una delle pietre più usate sin dall’antichità in ogni contesto architettonico e urbanistico.

È una roccia ignea intrusiva costituita principalmente da feldspato potassico di colore bianco o grigiastro e da bianche o nere. Presenta una struttura granulare composta da grossi granuli visibili ad occhio nudo.
È molto compatta, a seconda dell’origine e della composizione chimica, ha una resistenza alla compressione compresa tra 800 -2000 kg/cm2, un peso specifico di circa 2,50/2,70 Kg/dmc, e presenta una elevata resistenza agli agenti atmosferici e alla corrosione.

La plasticità del granito è paragonabile a quella del marmo, perché non si sfalda né si frattura, ma la sua durezza (essendo costituito da minerali di durezza 6-7 nella scala di Mohs) e resistenza meccanica sono molto superiori e si rende pertanto molto adatto alla realizzazione di elementi di arredo urbano in cui estetica, funzionalità e durabilità concorrono a garantire la qualità.

La colorazione varia dal bianco al grigio, dal rosa al rosso e dipende soprattutto dalle impurezze presenti nell’ortoclasio.



La selezione delle pietre d’arredo

Granito Bianco:

si presenta con grana fine omogenea, particolarmente chiara, senza grosse macchie
o concrezioni, ha un colore bianco riscaldato dalla scarsa ma omogenea presenza di piccoli cristalli neri e grigi.

Granito Grigio:

si presenta con grana fine eteroenea, con alcune macchie diffuse di concrezioni biancastre, e ha una colorazione delicata dovuta ad una presenza poco superiore di cristalli grigi e neri rispetto al granito bianco.

Granito Giallo:

ha una colorazione mediamente tenue, delicata, poco satura, con un tono caldo dovuta a concrezioni di colore giallo-oro. Si presenta con grana fine abbastanza omogenea e con variazioni di tono anche significative; è comune la presenza di venature soprattutto in prodotti di grandi dimensioni.

Granito Rosso:

si presenta con grana media non molto omogenea e ha una colorazione mediamente satura, decisa con un tono caldo dovuto a concrezioni rosa-marrone cristalli neri e grigi.

Granito rosso scuro:

si presenta con struttura microcristallina compatta di colore granata, scuro
e saturo, in cui sono distribuiti in modo omogeneo grossi cristalli bianchi e neri.



Le lavorazioni

La lavorazione delle superfici del granito costituisce una fase fondamentale per la riuscita del prodotto. Trattandosi di pietre naturali con struttura granulare composta di diversi minerali, ciascun tipo di lavorazione trasforma sostanzialmente l’aspetto del manufatto che, conservando la forma e le dimensioni, può quindi essere personalizzato, ove possibile, a seconda delle preferenze.

Bocciardatura:

lavorazione eseguita con utensili a percussione pneumatici o manuali simili ad un martello con testa punzonata (bocciarda). La superficie bocciardata è chiamata a “buccia d’arancia” per il risultato visivo e tattile ottenuto e, oltre a consentire un’ottima percezione cromatica del materiale, solitamente tende a esaltare le componenti chiare della struttura granulare.
Per le caratteristiche sopra elencate si tratta di una lavorazione particolarmente adatta per rendere morbidi le linee dei prodotti (effetto dovuto all’assorbimento della luce da parte della superficie ruvida), per ottenere una superficie antiscivolo o per esaltare le proprietà cromatiche della pietra.
Per contro si tratta di una lavorazione che aumenta la porosità superficiale e quindi l’assorbimento di sporcizia (facilmente eliminabile con spazzole di media durezza). Applicabile senza riserve al granito bianco, grigio e giallo. L’effetto è meno pulito sul granito rosso a causa della maggior dimensione dei cristalli.

Levigatura:

lavorazione eseguita con macchine portanti mole abrasive di diversa finezza. Il grado di finitura superficiale è in funzione della finezza dell'abrasivo. La superficie levigata, liscia e leggermente lucida, non specchiante, è quella che meglio si presta a dichiarare le caratteristiche fisiche di un materiale come il granito (durezza, resistenza, colore), e nel contempo tende ad esaltare le componenti scure della struttura granulare.
Particolarmente adatta per definire la durezza delle superfici curve (si esalta l’effetto della luce aumentando
i contrasti ma si perde la percezione corretta del colore), ma anche capace di esaltare qualsiasi minimo difetto del materiale, la levigatura pur non riducendo la porosità del materiale facilita le operazioni di pulizia ordinaria e quindi si adatta bene ad esempio alle superfici di seduta.
Applicabile senza riserve a tutti i graniti. È sconsigliata sulle superfici curve o sui prodotti a tutto tondo.

Lucidatura:

lavorazione eseguita con macchine portanti mole abrasive di diversa finezza. Il grado di finitura superficiale è in funzione della finezza dell'abrasivo. La superficie lucida si ottiene con dischi diamantati
o dischi in piombo. Il risultato ottenuto è una superficie specchiante di grande effetto visivo.
Applicabile preferibilmente al granito rosso scuro.



Acciaio Inox AISI304

Per la sua Advanced Collection, Terre di Mezzo utilizza solo acciaio inox classificato AISI304 (lega inox austenitica con alte percentuali di cromo 20% nichel 25% e mobildeno 3%), caratterizzato da ottima saldabilità, da un’alta resistenza alla corrosione da acidi e da una grande capacità di non arrugginire a contatto con aria e acqua. Inoltre, i materiali (tubolari, piastre e lamiere) sono tagliati con plasma ad alta definizione e le saldature sono realizzate con TIG o ad ARCO PULSATO.
Infine, le lavorazioni superficiali dei prodotti comprendono la satinatura, la spazzolatura e la sabbiatura che nelle panche in acciaio inox viene eseguita a metallo bianco con scaglie di vetro grado SA2 secondo ISO 8501-01, SIS 055900, DIN 55928 TEIL4, BS42323RD QUALITY, SSPC-VIS1 COMMERCIAL SP6.



Acciaio zincato e verniciato

Tutti i prodotti metallici della Terre di Mezzo sono in acciaio (tipo Fe360 B) zincato a caldo e verniciato a polveri.

Zincatura a caldo (EN ISO 1461)

Gli spessori dello strato di zinco definiti (in micron) dalla norma europea EN ISO 1461.

 

Verniciatura a polveri

Pre-trattamento:

Verniciatura: